Nov
0

Google, nuovo primato per Chrome OS

In un comunicato diramato tre giorni fa, Google ha affermato che PC dotati del suo nuovo sistema operativo sono riusciti ad avviarsi in soli 7 secondi.

Chrome OS, che, com’è noto, è stato distribuito in forma di sorgente la settimana scorsa e che, poco dopo, è comparso come applicazione su diversi siti di distribuzione e di connessione peer-to-peer, dovrebbe rappresentare, secondo le intenzioni dell’azienda, il sistema operativo di elezione per i netbook di basso costo compatibili con le specifiche hardware divulgate da Google.

Grazie all’ambiente che somiglia molto alla browser omonimo, questo sistema operativo rompe con la tradizione imposta da Microsoft Windows per l’ambiente di apertura delle macchine, proponendo una nuova, più efficiente strada all’utilizzo dei piccoli computer.

Fin dall’inizio Google aveva giocato la carta della velocità; già all’inizio dell’anno, quando le prime voci cominciarono a circolare circa le future disponibilità del sistema operativo, da diverse fonti fu questa la dote maggiormente ipotizzata, a scapito della completezza dell’accessoristica e delle funzioni di base del sistema.

D’altro canto la cosa fu, poco dopo, confermata da una serie di affermazioni di Caesar Sangupta e di Matt Papakidos, rispettivamente product manager ed enginering director, che, in occasioni diverse, affermarono che il progetto era partito da una serie di premesse che prevedevano “… l’eliminazione di tutti processi non necessari, l’ottimizzazione delle operazioni e, per quanto possibile, l’utilizzazione della gestione parallela delle funzioni”.

Fonte: IbTimes

Pubblicato da: admin

Comments are closed.